Normativa Leggi Decreti del presidente della repubblica, del Ministro ... - Delibere, Regolamenti, Ordinanze, Circolari

Normativa Nazionale   Normativa  Leggi









O. 16/03/2004 n. 392

ORDINANZA COMMISSARIO GOVERNATIVO PER L'EMERGENZA IDRICA IN SARDEGNA 16 MARZO 2004

(GU n. 78 del 2-4-2004)

Programma commissariale di interventi strategico-emergenziali - undicesimo stralcio operativo - attuazione ordinanza n. 337 del 31 dicembre 2002 - Area di intervento 1: collegamenti ed interconnessioni bacini idrografici di primaria importanza strategica ed emergenziale - Affidamento studio di fattibilità.

(Ordinanza n. 392).

Il Commissario Governativo

-Vista l'ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 2409 del 28 giugno 1995, con la quale il presidente della regione è stato nominato, ai sensi dell'art. 5 della Legge 24 febbraio 1992, n. 225, commissario governativo per l'emergenza idrica in Sardegna;

-Vista l'ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 2424 del 24 febbraio 1996, con la quale sono state apportate modifiche ed integrazioni alla predetta ordinanza n. 2409 del 28 giugno 1995;

-Vista l'ordinanza del Ministro dell'interno - delegato per la protezione civile n. 3196 del 12 aprile 2002, articoli 13 e 14;

-Vista l'ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3243 del 29 settembre 2002 con la quale sono stati conferiti ulteriori poteri al commissario governativo;

-Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 29 gennaio 2004 con il quale è stato prorogato lo stato di emergenza idrica in Sardegna fino alla data del 31 dicembre 2004;

-Vista l'ordinanza del commissario governativo per l'emergenza idrica in Sardegna n. 337 del 31 dicembre 2002 con la quale è stato approvato l'undicesimo stralcio operativo del programma di interventi necessari per fronteggiare la situazione di emergenza idrica, nel quale - Area di intervento n. 1 - «Collegamenti ed interconnessioni bacini idrografici di primaria importanza strategica ed emergenziale» è stata prevista la realizzazione di uno studio di fattibilità relativo all'interconnessione tra i bacini nord-sud Sardegna;

-Atteso che la predetta ordinanza n. 337/02 ha individuato l'E.A.F. quale soggetto incaricato della realizzazione dello studio di fattibilità ed ha destinato a tale finalità l'importo di Euro 250.000,00;

- Atteso che il Ministero dell'economia ha provveduto al riversamento, nella contabilità speciale di tesoreria n. 1690 intestata al «Presidente della giunta

-Emergenza idrica», di quota parte dei fondi programmati con la sopracitata ordinanza n. 337/02;

Ordina:

Art. 1.

1. In attuazione della Linea di intervento n. 1 «Collegamenti ed interconnessioni bacini idrografici di primaria importanza strategica ed emergenziale» di cui all' ordinanza n. 377 del 31 dicembre 2002, è disposto l'affidamento all'E.A.F. della realizzazione dello studio di fattibilità «Interconnessione bacini idrici nord-sud Sardegna» in riferimento al quale verrà messo a disposizione un importo complessivo non superiore a euro 250.000,00.

2. Lo studio di fattibilità di cui al punto precedente dovrà individuare tutte le opere necessarie a rendere operativa la completa interconnessione di tutti i sistemi idrici della Sardegna, indicandone le relative priorità, sia in un ottica di gestione ordinaria delle risorse idriche sia in relazione ad eventuali necessità di reciproco soccorso di carattere emergenziale tra i sistemi stessi.

3. Ai fini dell'erogazione del finanziamento commissariale l'E.A.F. dovrà presentare all'ufficio del commissario governativo un piano economicofinanziario dello studio di fattibilità ed un cronoprogramma di attuazione.

4. Ove dal piano economico-finanziario dello studio di fattibilità risulti che il costo dello studio medesimo è inferiore al finanziamento commissariale assegnato, quest'ultimo verrà conseguentemente rimodulato.

5. L'erogazione del finanziamento commissariale per la realizzazione dello studio di fattibilità di cui al precedente comma 1, nel limite massimo dell'importo sopra indicato, verrà effettuata, a valere sui fondi della contabilità speciale di tesoreria n. 1690 intestata al «Presidente della giunta - Emergenza idrica», a favore dell'E.A.F., con accreditamento su conto corrente bancario attivato presso Istituto incaricato del servizio di tesoreria della regione autonoma della Sardegna ed alle condizioni alla stessa riservate intestato «Regione autonoma della Sardegna - Commissario governativo per l'emergenza idrica» finalizzato alla realizzazione dello studio di fattibilità. Su detto conto corrente i pagamenti potranno essere disposti, esclusivamente per spese inerenti l'attuazione dello studio di fattibilità, dal rappresentante legale dell'ente attuatore con assegni esclusivamente intestati ai creditori.

7. Gli importi delle spese sostenute, corredati da idonea documentazione, saranno certificati da apposite dichiarazioni sottoscritte dal rappresentante legale dell'E.A.F. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e di far osservare la presente ordinanza. La presente ordinanza è immediatamente esecutiva, ed è pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, ai sensi dell'art. 5 della Legge 24 febbraio 1992, n. 225, e nel bollettino ufficiale della regione Sardegna, parte II. Cagliari, 16 marzo 2004 Il commissario governativo: Masala L'E.A.F. è tenuto a rendere semestralmente il conto dei fondi messi a disposizione. Il saldo disponibile e gli interessi attivi maturati su detto conto corrente alla data di chiusura finale del conto stesso saranno riversati nella contabilità speciale di tesoreria n. 1690 intestata a «Presidente della giunta - Emergenza idrica».

6. Il finanziamento commissariale assegnato verrà messo a disposizione del- l'E.A.F. nel seguente modo: 25% con atto di determinazione da adottarsi successivamente alla presentazione del pianoeconomicofinanziario dello studio di fattibilità; 30% con atto di determinazione per spese sostenute nella misura corrispondente al 20% dell'importo previsto; 30% con atto di determinazione per spese sostenute nella misura corrispondente al 50% dell'importo previsto; 15% con atto di determinazione per spese sostenute nella misura corrispondente all'80% dell'importo previsto.

 

Pagina 1/1

 



Normativa Italiana | Privacy, Disclaimer, © | Contact

2008-2011© Valid CSS! Valid HTML 4.01 Transitional