Normativa Leggi Decreti del presidente della repubblica, del Ministro ... - Delibere, Regolamenti, Ordinanze, Circolari

Normativa Nazionale   Normativa  Leggi









O. 10/09/2002 n. 316

IDRICA IN SARDEGNA 10 SETTEMBRE 2002

(GU n. 250 del 24-10-2002)

Realizzazione lavori "Derivazione ad acqua fluente per l'integrazione dell'approvvigionamento della Nurra - Captazione deflussi Basso Temo, pompaggio e mandata al Temo-Cuga - terzo intervento" - Ente attuatore: Consorzio di bonifica della Nurra - Deroga alla normativa vigente: perizia di variante in diminuzione.

(Ordinanza n. 316).

Il Commissario Governativo

-Viste le ordinanze del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 2409 in data 28 giugno 1995 e n. 2424 in data 24 febbraio 1996;

-Vista l'ordinanza del Ministro dell'interno n. 3196 in data 12 aprile 2002, articoli 13 e 14;

-Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 13 dicembre 2001, con il quale è stato, per ultimo, prorogato lo stato di emergenza idrica in Sardegna, sino al 31 dicembre 2003;

- Atteso che il Consorzio di bonifica della Nurra, con nota prot. n. 1910 del 26 marzo 2002, ha formulato, con riferimento all'attuazione dell'intervento "Derivazione ad acqua fluente per l'integrazione dell'approvvigionamento della Nurra. Captazione deflussi Basso Temo, pompaggio e mandata al Temo-Cuga -terzo intervento" la seguente richiesta: autorizzazione a derogare al disposto di cui all'art. 25, terzo comma, secondo periodo della Legge 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modifiche ed integrazioni, nella parte in cui prevede che le varianti finalizzate al miglioramento dell'opera ed alla sua funzionalità non comportino modifiche sostanziali e siano motivate da circostanze sopravvenute ed imprevedibili al momento della stipula del contratto, al fine di poter realizzare una perizia di variante in diminuzione consistente nella sostituzione della tubazione in C.A.P. N 1800 in tutta la tratta in cui è prevista, con tubazione in acciaio di analogo diametro, dello stesso tipo proposto nelle tratte precedenti;

-Atteso che con tale richiesta il Consorzio di bonifica della Nurra, ha rappresentato quanto segue: trattasi di perizia in diminuzione con conseguente riduzione dell'importo contrattuale dei lavori; trattasi di perizia migliorativa che permette il conseguimento di vantaggi di tipo gestionale e manutentivo oltre che un maggior valore dell'opera, quantificato con l'utilizzo dei prezzi contrattuali; è prevista una riduzione dei tempi di realizzazione dei lavori che consentendo la conclusione dei lavori entro il prossimo autunno permetterà di poter disporre di ulteriori rilevanti risorse idriche per i fabbisogni civili (acquedotti potabili del Marghine-Planargia, Alghero e Bidighinzu) e irrigui della Nurra per l'anno 2003;

-Atteso altresì che il Consorzio di bonifica della Nurra, con nota prot. n. 3616 del 21 giugno 2002 ha comunicato che l'Autorità di vigilanza sui lavori pubblici con nota prot. n. 38369/02/ISP ha ritenuto la variante in argomento "finalizzata ad un miglioramento, in termini di costi, tempi, qualità e manutenzione dell'opera in corso di realizzazione";

-Atteso che il progetto "Derivazione ad acqua fluente per l'integrazione dell'approvvigionamento della Nurra. Captazione deflussi Basso Temo, pompaggio e mandata al Temo-Cuga - terzo intervento" è ricompreso nel "Programma di opere ed interventi per fronteggiare l'emergenza idrica in Sardegna";

- Considerato, con riferimento alla richiesta di cui sopra di dover concedere la deroga richiesta per le motivazioni sopra indicate;

Ordina: Il Consorzio di bonifica della Nurra, per l'attuazione dell'intervento denominato "Derivazione ad acqua fluente per l'integrazione dell'approvvigionamento idrico della Nurra. Captazione deflussi basso Temo, pompaggio e mandata al Temo Cuga - terzo intervento", è autorizzato a procedere, in deroga all'art. 25, terzo comma, secondo periodo della Legge n. 109/1994 e successive modificazioni ed integrazioni, alla realizzazione della perizia in diminuzione indicata in premessa. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e di far osservare la presente ordinanza. La presente ordinanza è immediatamente esecutiva, ed è pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, ai sensi dell'art. 5 della Legge 24 febbraio 1992, n. 225, e nel Bollettino ufficiale della regione Sardegna, parte seconda.

Cagliari, 10 settembre 2002 l commissario governativo: Pili

 

Pagina 1/1

 



Normativa Italiana | Privacy, Disclaimer, © | Contact

2008-2011© Valid CSS! Valid HTML 4.01 Transitional