Normativa Leggi Decreti del presidente della repubblica, del Ministro ... - Delibere, Regolamenti, Ordinanze, Circolari

Normativa Nazionale   Normativa  Leggi









O. 05/11/2003 n. 370

ORDINANZA COMMISSARIO GOVERNATIVO PER L'EMERGENZA IDRICA IN SARDEGNA 5 NOVEMBRE 2003

(GU n. 283 del 5-12-2003)

Attuazione ordinanza n. 255 del 23 ottobre 2001 - «Contributo per la progettazione della diga sul Basso Flumendosa a M. Perdosu» -Ente attuatore: Ente autonomo del Flumendosa.

(Ordinanza n. 370).

Il Sub-Commissario Governativo

-Vista l'ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 2409 del 28 giugno 1995, con la quale il Presidente della regione è stato nominato, ai sensi dell'art. 5 della Legge 24 febbraio 1992, n. 225, Commissario governativo per l'emergenza idrica in Sardegna;

-Vista l'ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 2424 del 24 febbraio 1996, con la quale sono state apportate modifiche ed integrazioni alla predetta Ordinanza n. 2409 del 28 giugno 1995;

- Vista l'ordinanza del Ministro dell'interno - Delegato per la protezione civile n. 3196 12 aprile 2002 - articoli 13 e 14;

-Vista l'ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3243 del 29 settembre 2002 con la quale sono stati conferiti ulteriori poteri al Commissario governativo;

-Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 13 dicembre 2001 con il quale è stato prorogato lo stato di emergenza idrica in Sardegna fino alla data del 31 dicembre 2003;

-Viste le ordinanze n. 25 del 31 dicembre 1995, n. 42 del 20 maggio 1996, n. 52 del 9 agosto 1996, n. 111 del 17 novembre 1998 e n. 128 del 28 dicembre 1998 e n. 148 del 16 luglio 1999, n. 152 del 26 luglio 1999, n. 171 dell'11 novembre 1999, n. 255 del 23 ottobre 2001, n. 268 del 24 ottobre 2001, n. 296 del 19 giugno 2002, n. 299 del 27 giugno 2002, n. 304 dell'11 luglio 2002, n. 305 dell'11 luglio 2002, n. 307 del 15 luglio 2002, n. 337 del 31 dicembre 2002 e n. 346 del 20 marzo 2003 con le quali sono stati individuati gli interventi commissariali per il superamento dell'emergenza idrica in Sardegna;

- Atteso che tra gli interventi previsti per il superamento dell'emergenza idrica, ordinanza n. 255 del 23 ottobre 2001, è ricompreso «Contributo per la progettazione della diga sul Basso Flumendosa a M. Perdosu» per l'importo di Euro 516.456,89;

- Atteso che l'Ente autonomo del Flumendosa è stato individuato quale ente attuatore dell'intervento sopracitato;

-Atteso che il suddetto intervento è altresì ricompreso nel programma di infrastrutture strategiche approvato dal CIPE nella seduta del 21 dicembre 2001 (Delibera 121/2001) ai sensi della Legge n. 443/2001 art. 1, comma 1;

- Atteso che l'E.A.F. ha inviato alla segreteria tecnica del CIPE, il progetto di massima del serbatoio sul Basso Flumendosa a M. Perdosu per l'ammissione a finanziamento a valere sui fondi della sopracitata Legge n. 443/2001 (Legge Obiettivo);

-Atteso che la segreteria tecnica del Ministro delle infrastrutture e trasporti ha richiesto, per l'avvio dell'iter approvativo del progetto, una integrazione degli elaborati progettuali inviati;

-Atteso pertanto che allo scopo di consentire all'E.A.F. di corrispondere alle richieste formulate dalla segreteria tecnica sopracitata, si rende necessario provvedere all'erogazione del contributo previsto dall'ordinanza n. 255/01;

-Atteso che, con nota prot. n. 230/E.I., il sub Commissario governativo per la gestione della contabilità speciale ha chiesto al Ministero dell'economia e delle finanze, di voler impartire le opportune direttive per l'apertura, presso la Banca d'Italia, Sezione di tesoreria provinciale di Cagliari, della seguente contabilità speciale di tesoreria sulla quale verranno riversati i fondi necessari alla realizzazione dell'intervento «Contributo per la progettazione della diga sul Basso Flumendosa a M. Perdosu»;

- Atteso che il Ministero dell'economia e delle finanze, con nota prot. 41555 del 3 aprile 2003 ha autorizzato la Banca d'Italia - Tesoreria provinciale dello Stato - Sezione di Cagliari all'apertura della suddetta contabilità speciale di tesoreria che è stata attivata con il n. 3086;

- Viste le ordinanze del Commissario governativo n. 81 del 12 agosto 1997, e n. 154 del 30 luglio 1999, con le quali il direttore dell'ufficio del Commissario, ai sensi dell'art. 2 dell'ordinanza 2409/95, è stato nominato sub- Commissario governativo per gli atti di gestione della contabilità speciale di tesoreria intestata al «Presidente della giunta regionale -Emergenza idrica » e per l'attuazione della programmazione commissariale;

-Atteso pertanto che l'emanazione del presente atto rientra tra le funzioni delegate al sub-Commissario governativo con le ordinanze commissariali sopracitate;

Ordina:

Art. 1. Assegnazione all'Ente attuatore e finanziamento

1. È disposta l'erogazione all'E.A.F. del «Contributo per la progettazione della diga sul Basso Flumendosa a M. Perdosu» di cui all'ordinanza n. 255/01, dell'importo complessivo di Euro 516.456,89.

2. Ai sensi dell'art. 2, comma 1, dell'Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 2409 del 28 giugno 1995, il presidente pro-tempore del- l'E.A.F., è nominato sub-Commissario governativo delegato all'attuazione delle attività di progettazione di cui all'intervento sopra citato, nonchè, titolare della contabilità speciale di Tesoreria n. 3086 aperta presso la sezione di Tesoreria provinciale dello Stato in Cagliari.

3. L'importo di Euro 516.456,89 verrà messo a disposizione dell'E.A.F. sulla contabilità speciale di tesoreria n. 3086 aperta presso la Tesoreria provinciale dello Stato - Sezione di Cagliari - con giroconti dalla contabilità speciale 1690/3, con atto di determinazione del sub-commissario delegato per la contabilità speciale, nel seguente modo: 129.114,22 (25%) con atto di determinazione commissariale successivo all'emanazione della presente ordinanza; 154.937,07 (30%) con atto di determinazione commissariale per spese sostenute nella misura di Euro 103.291,38 corrispondente al 20% dell'importo totale; 154.937,07 (30%) con atto di determinazione commissariale per spese sostenute nella misura di Euro 258.228,45 corrispondente al 50% dell'importo previsto; 77.468,53 (15%) con atto di determinazione commissariale per spese sostenute nella misura di Euro 77.468,53 corrispondente all'80% dell'importo previsto.

4. Gli importi delle spese sostenute saranno certificate da apposite dichiarazioni sottoscritte dal presidente dell'E.A.F., corredate da idonea documentazione.

5. Le somme a disposizione dell'E.A.F. sulla predetta contabilità speciale n. 3086, per la realizzazione dell'intervento di cui alla presente ordinanza, sono utilizzate con atti a firma del titolare della contabilità stessa, il presidente dell'E.A.F., in conformità alle prescrizioni della presente ordinanza e con le modalità vigenti in materia di contabilità generale dello Stato.

6. L'E.A.F., con atti a firma del suo presidente pro-tempore, nella sua qualità di sub-Commissario delegato per l'attuazione dell'intervento di cui alla presente ordinanza, e, per l'effetto, titolare della contabilità speciale in fase di apertura, presenterà alla Ragioneria provinciale dello Stato in Cagliari per il tramite della Ragioneria generale della regione autonoma della Sardegna, sotto la propria responsabilità, la rendicontazione semestrale della spesa con le modalità previste dalla vigente legislazione in materia di contabilità generale dello Stato, dandone contemporaneamente comunicazione al Commissario.

Art. 2. Prescrizioni attuative dell'affidamento

1. Tutti gli atti posti in essere dall'E.A.F. per l'esecuzione del presente affidamento saranno soggetti al controllo degli organismi che per Legge o per statuto sono preposti al controllo sugli atti dell'E.A.F. stesso.

2. L'E.A.F., a conclusione dell'intervento è tenuto a trasmettere al Commissario governativo il risultato dell'attività di progettazione svolta con il contributo commissariale.

3. Qualora l'intervento «Serbatoio sul Basso Flumendosa a M. Perdosu» venga finanziato a valere sui fondi di cui alla Legge n. 443/2001, il presente contribuito costituisce mera anticipazione di fondi che l'E.A.F. provvederà a restituire al Commissario governativo.

Art. 3. Rapporti

1. Per l'attuazione dell'intervento di cui alla presente ordinanza, l'E.A.F. agirà in nome e per conto proprio, atteso che, in virtù della presente ordinanza medesima, spetta ad esso ogni potere in relazione a tutta l'attività da compiere per la realizzazione dell'intervento.

2. L'E.A.F. è pertanto responsabile di qualsiasi danno che i terzi subiscano in dipendenza delle attività svolte e non potrà quindi pretendere di rivalersi nei confronti del Commissario.

3. Il presente atto di affidamento ha efficacia sino all'adozione dell'atto commissariale di chiusura del rapporto di affidamento, salvo revoca per i motivi di cui al successivo comma.

4. Al Commissario è riservato il potere di revocare l'affidamento nel caso in cui l'E.A.F. incorra in violazioni o negligenze, tanto in ordine alle condizioni della presente ordinanza quanto a norme di Legge o regolamenti, a disposizione amministrative ed alle regole di buona amministrazione.

Art. 4. Controversie

1. Le eventuali controversie che insorgessero tra il Commissario e l'E.A.F., dovranno essere sottoposte ad un previo tentativo di risoluzione amministrativa.

2. A tal uopo l'E.A.F., qualora abbia interessi da far valere, notificherà motivata domanda al Commissario, il quale provvederà su di essa nel termine di 90 giorni dalla notifica ricevuta. O.C.G.E.I.S. 5-12-2003 N. 370 - contributo per la progettazione della diga sul Basso Flumendosa.

3. L'E.A.F. non potrà, di conseguenza, adire l'Autorità giudiziaria prima che il Commissario abbia emesso la decisione amministrativa o prima che sia decorso inutilmente il termine per provvedervi.

Art. 5.

1. Per quanto non espressamente previsto dal presente atto di affidamento, si richiamano tutte le leggi generali che regolano l'esecuzione delle opere pubbliche e le norme del codice civile in quanto applicabili. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e di far osservare la presente ordinanza. La presente ordinanza è immediatamente esecutiva, ed è pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, ai sensi dell'art. 5 della Legge 24 febbraio 1992, n. 225, e nel bollettino ufficiale della regione Sardegna, parte II.

Cagliari, 5 novembre 2003 Il sub-Commissario governativo: Duranti

 

Pagina 1/1

 



Normativa Italiana | Privacy, Disclaimer, © | Contact

2008-2011© Valid CSS! Valid HTML 4.01 Transitional