Normativa Leggi Decreti del presidente della repubblica, del Ministro ... - Delibere, Regolamenti, Ordinanze, Circolari

Normativa Nazionale   Normativa  Leggi









D.P.C.M. 21/10/2005

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Decreto 21 ottobre 2005

Dichiarazione di «grande evento» nel territorio della provincia di Pescara in occasione dei "XVI Giochi del Mediterraneo".

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

- Visto il decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401 recante «Disposizioni urgenti per assicurare il coordinamento operativo delle strutture preposte alle attività di protezione civile e per migliorare le strutture logistiche nel settore della difesa civile»;

-Visto l'art. 5-bis, comma 5, del predetto decreto-legge, che estende l'applicazione delle disposizioni di cui all'art. 5 della legge 24 febbraio 1992, n. 225, anche alla dichiarazione di «grande evento», rientrante nelle competenze assegnate al Dipartimento della protezione civile;

- Considerato che nel mese di settembre 2009 si svolgerà nella città di Pescara la XVI edizione dei Giochi del Mediterraneo e che detto evento coinvolgerà un ingente numero di partecipanti;

- Considerato, infatti, che in considerazione della posizione geografica nella quale è collocata la città di Pescara, già punto di scalo di numerose rotte turistiche navali ed aeree, l'evento è destinato ad attirare un elevato numero di persone tra atleti, tecnici, rappresentanti del Comitato olimpico internazionale e spettatori;

-Considerato, pertanto, che il predetto notevole afflusso nella città di Pescara richiede l'adozione tempestiva di ogni utile intervento finalizzato a soddisfare le esigenze di mobilità ed ospitalità, ed a garantire le necessarie misure volte alla salvaguardia della privata e pubblica incolumità;

- Ravvisata l'esigenza di procedere con estrema sollecitudine alla organizzazione dell'evento che, in considerazione del consistente sforzo necessario per la sua efficace attuazione, impone di ricorrere ai mezzi e poteri straordinari di cui alla legge n. 225/1992 non potendosi ugualmente soddisfare attraverso gli strumenti ordinari previsti dall'ordinamento giuridico vigente;

-Ravvisata, altresì, la necessità di assicurare, durante la celebrazione dell'evento, l'adozione di ogni intervento utile a garantire la regolare mobilità sul territorio da parte della cittadinanza, la sicurezza e l'ordine pubblico, un'idonea ricezione alberghiera, nonchè condizioni adeguate di accoglienza e assistenza sanitaria;

- Ravvisata, pertanto, l'oggettiva esigenza di adottare misure di carattere straordinario ed urgente per assicurare il regolare svolgimento della suddetta manifestazione, nell'ambito di efficacia delle disposizioni contenute nel citato comma 5 dell'art. 5-bis, del decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401;

-Visto il «Contratto con la città ospite per i XVI Giochi del Mediterraneo del 2009» sottoscritto il 18 ottobre 2003 tra il Comitato internazionale dei giochi del Mediterraneo (CIJM), la città di Pescara ed il Comitato Nazionale Olimpico Italiano;

-Visto l'atto costitutivo del «Comitato organizzatore dei XVI Giochi del Mediterraneo

- Pescara 2009» sottoscritto il 16 novembre 2004;

-Considerata la necessità di provvedere alla realizzazione di un Villaggio Mediterraneo per ospitare in un ambiente idoneo gli atleti, gli accompagnatori e le delegazioni che parteciperanno ai Giochi del 2009, ed in grado di offrire il miglior rapporto logistico con i principali impianti sportivi, oltre che con il sistema delle grandi comunicazioni territoriali;

-Considerato, inoltre, che occorre provvedere ad effettuare ulteriori interventi finalizzati alla riqualificazione ed al potenziamento degli impianti sportivi, al miglioramento della fruibilità dei luoghi, allo sviluppo del sistema di accessibilità e di accoglienza e ad un'adeguata assistenza tecnica, medica ed informativa;

-Considerato, infine, che la complessità di tali interventi deve essere valutata in un contesto unitario, sì da rendere indispensabile un'unicità di azione per il perseguimento dell'obiettivo di predisporre, in tempi utili, quanto necessario per lo svolgimento delle manifestazioni sportive, sicchè risulta indispensabile la nomina di un Commissario delegato ai sensi dell'art. 5, comma 4 della legge 28 febbraio 1992, n. 225;

- Vista la richiesta del 17 ottobre 2005 pervenuta dalla regione Abruzzo con la quale si chiede di valutare l'opportunità di attribuire alla XVI edizione dei Giochi del Mediterraneo, prevista per l'anno 2009 a Pescara, la qualifica di «grande evento», ai sensi del comma 5 dell'art. 5-bis, del decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401;

-Vista la documentazione acquisita, recante l'individuazione di un dettagliato programma di interventi da realizzare per consentire l'efficace organizzazione dell'evento dal punto di vista sportivo, logistico, della sicurezza e dei servizi;

-Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 21 ottobre 2005; Su proposta del Capo del Dipartimento della Protezione civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri;

Decreta: Per quanto esposto in premessa, i «XVI Giochi del Mediterraneo», che si terranno nel territorio della provincia di Pescara nel corso del 2009, sono dichiarati «grande evento» ai sensi e per gli effetti dell'art. 5-bis, comma 5, del decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401. Il presente decreto verrà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 21 ottobre 2005 Il Presidente: Berlusconi

 

Pagina 1/1

 



Normativa Italiana | Privacy, Disclaimer, © | Contact

2008-2011© Valid CSS! Valid HTML 4.01 Transitional