Normativa Leggi Decreti del presidente della repubblica, del Ministro ... - Delibere, Regolamenti, Ordinanze, Circolari

Normativa Nazionale   Normativa  Leggi









D.M. 11/08/2006

MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO Decreto 11/08/2006

Nuova perimetrazione del sito di bonifica di interesse nazionale di Area industriale di Milazzo.

IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO

-Vista la legge 8 luglio 1986 n. 349, recante «Istituzione del Ministero dell'ambiente e norme in materia di danno ambientale»;

-Vista la legge 7 agosto 1990 n. 241, concernente «Nuove norme sul procedimento amministrativo» e sue successive modifiche e integrazioni;

-Vista la legge 9 dicembre 1998 n. 426, concernente «Nuovi interventi in campo ambientale»;

-Visto il decreto ministeriale 18 settembre 2001 n. 468 «Regolamento recante: Programma nazionale di bonifica e ripristino ambientale»;

-Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152 «Norme in materia ambientale » ed in particolare l'art. 252 «siti di interesse nazionale»;

-Vista la legge 23 dicembre 2005 n. 266, art. 1, comma 561, che ha disposto che «Al comma 4 dell'art. 1 della legge 9 dicembre 1998 n. 426, dopo la lettera p-quaterdecies), è aggiunta la seguente: "p-quinquiesdecies) area industriale del comune" di cui all'art. 3 del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 1994 n. 679, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 289 del 12 dicembre 1994»;

- Visto l'art. 3 del decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 1994 n. 679 concernente la istituzione della Capitaneria di porto di Milazzo;

- Vista la nota prot. n. 1109/QdV/DI/VII/VIII del 18 gennaio 2006 trasmessa al presidente della regione Siciliana, al Vice Commissario delegato per l'emergenza ambientale della regione Siciliana, alla regione Siciliana Assessorato regionale territorio e ambiente, all'ARPA Sicilia, all'ICRAM, con la quale sono state richieste, per l'avvio della procedura di perimetrazione del sito, informazioni in merito a: comuni, località, descrizione delle attività in corso o dismesse, principali caratteristiche ambientali e dati sull'inquinamento in atto o presunto nelle differenti matrici ambientali;

- Vista la nota prot. n. 10960 del 16 febbraio 2006 con la quale la regione Siciliana Assessorato regionale territorio e ambiente ha fornito informazioni di propria competenza ai fini dell'avvio della procedura di perimetrazione del sito «Area industriale del comune di Milazzo»;

- Vista la nota prot. n. 5952 VO3 del 7 marzo 2006 con la quale il Commissario delegato per l'emergenza ambientale della regione Siciliana ha fornito informazioni di propria competenza ai fini dell'avvio della procedura di perimetrazione del sito «Area industriale del comune di Milazzo»;

-Vista la nota prot. n. 5594 del 16 marzo 2006 con la quale all'ARPA Sicilia ha fornito informazioni di propria competenza ai fini dell'avvio della procedura di perimetrazione del sito «Area industriale del comune di Milazzo»;

- Vista la nota prot. n. 2098/06 del 7 marzo 2006 con la quale l'ICRAM ha fornito informazioni di propria competenza ai fini dell'avvio della procedura di perimetrazione del sito «Area industriale del comune di Milazzo»;

- Vista la nota prot. n. 7074/QdV/DI/IX/VII/VIII del 5 aprile 2006 trasmessa ai sindaci dei comuni di Milazzo, Monforte San Giorgio, Pace del Mela, San Filippo del Mela, San Pier Niceto, al presidente della regione Siciliana, al Vice Commissario delegato emergenza ambientale regione Siciliana, alla regione Siciliana Assessorato regionale territorio e ambiente, all'ARPA Sicilia, all'ICRAM, all'Istituto superiore di sanità con la quale è stato richiesto di esprimere il proprio formale assenso in merito planimetria allegata alla sopraccitata nota che definisce il perimetro provvisorio del sito in questione, individuato sulla base delle informazioni richieste con la citata nota prot. n. 1109/QdV/DI/VII/VIII del 18 gennaio 2006;

-Vista la nota prot. n. 3278-BB-CC/17512 del 21 aprile 2006 con la quale il comune di Milazzo ha espresso il proprio formale assenso in merito alla planimetria allegata alla citata nota prot. n. 7074/QdV/DI/IX/VII/VIII del 5 aprile 2006;

-Vista la nota prot. n. 2962 del 21 aprile 2006 con la quale il comune di Monforte San Giorgio ha espresso il proprio formale assenso in merito alla planimetria allegata alla citata nota prot. n. 7074/QdV/DI/IX/VII/VIII del 5 aprile 2006;

-Vista la nota prot. n. 2697 del 18 aprile 2006 con la quale il comune di San Pier Niceto ha espresso il proprio formale assenso in merito alla planimetria allegata alla citata nota prot. n. 7074/QdV/DI/IX/VII/VIII del 5 aprile 2006;

- Vista la nota prot. n. 8442 del 9 maggio 2006 con la quale il comune di Pace del Mela ha precisato, in merito alla citata nota prot. n. 7074/QdV/DI/IX/VII/VIII del 5 aprile 2006 che «la perimetrazione definitiva dovrà essere ricompresa tra il confine di San Filippo del Mela, il torrente Muto e a monte con la linea ferrata PA-ME» ed ha altresì evidenziato «la presenza di n. 2 siti oggetto di discarica di rifiuti solidi urbani»;

- Viste le note prot. n. 11/sind del 21 aprile 2006 e prot. n. 8136/P del 3 luglio 2006, con le quali il comune di San Filippo del Mela, in merito alla planimetria allegata alla citata nota prot. n. 7074/QdV/DI/IX/VII/VIII del 5 aprile 2006 ha espresso il proprio dissenso all'inclusione del territorio comunale nel perimetro del sito in questione attesa l'espressione letterale del comma 561 della legge n. 266/2005, che, a parere del Comune medesimo, limita il perimetro del sito all'area industriale del solo comune di Milazzo;

-Tenuto conto che, sia in relazione al titolo del comma in questione che in base al principio di precauzione, ai fini della citata perimetrazione occorre far riferimento all'area dell'agglomerato industriale di Milazzo, considerata potenzialmente inquinata e ricadente nei cinque Comuni citati, e non solo alla porzione ricadente nel territorio del comune di Milazzo;

- Vista la nota del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio prot. n. 10453/Q.d.V./DI/IX/VII/VIII del 26 maggio 2006 concernente la trasmissione, tra gli altri, ai comuni interessati di Milazzo, Monforte San Giorgio, Pace del Mela, San Filippo del Mela e San Pier Niceto della propria proposta di perimetrazione provvisoria del sito con l'invito ai Comuni medesimi e, attraverso questi a tutti gli altri soggetti interessati, a partecipare ad apposita Conferenza di servizio indetta per il giorno 4 luglio 2006 presso la sede ministeriale;

-Visti gli esiti della Conferenza dei servizi del 4 luglio 2006 e della riunione del 12 luglio 2006, concernenti l'approvazione della perimetrazione provvisoria del sito di bonifica di interesse nazionale «Area industriale di Milazzo »;

- Vista la nota prot. n. 058/DIRGE/RM/ab del 14 luglio 2006 con la quale la Raffineria di Milazzo S.C.p.A. ha chiesto l'inserimento nel perimetro del sito delle aree denominate A1 e A2 della planimetria allegata alla nota medesima;

- Ritenuto di dover accogliere la suindicata proposta in quanto trattasi di aree contigue allo stabilimento industriale in questione e già inserite nel proprio piano di caratterizzazione;

-Considerato che durante la riunione del 12 luglio 2006 il sindaco del comune di Milazzo ed il Sindaco del comune di Pace del Mela hanno rispettivamente chiesto di sottoporre ad accertamenti volti ad individuare eventuali situazioni di inquinamento il tratto terminale del torrente Mela e le aree interessate dalla ricaduta dei fumi provenienti dagli stabilimenti industriali;

- Ritenuto di dover accogliere la suindicata proposta in base al principio di precauzione;

-Ritenuto di dover comunque riservarsi la possibilità di individuare ulteriori aree per le quali emerga una situazione di inquinamento tale da rendere necessari ulteriori accertamenti o interventi di messa in sicurezza d'emergenza, caratterizzazione e bonifica;

-Considerato che sulle aree perimetrate sarà effettuata attività di caratterizzazione per accertare le effettive condizioni di inquinamento al fine di pervenire alla individuazione del perimetro definitivo;

Decreta:

Art. 1.

1. Le aree da sottoporre ad interventi di caratterizzazione, di messa in sicurezza di emergenza, bonifica, ripristino ambientale e attività di monitoraggio, sono individuate all'interno del perimetro provvisorio indicato nella cartografia in scala 1:75.000 allegata al presente decreto.

2. La cartografia ufficiale è conservata in originale presso il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio ed in copia conforme presso la regione Siciliana.

3. L'attuale perimetrazione non esclude l'obbligo di bonifica rispetto ad eventuali, ulteriori aree che dovessero risultare inquinate e che attualmente, sulla base delle indicazioni degli enti locali, non sono state individuate con il presente decreto.

4. Il tratto terminale del torrente Mela e le aree interessate dalla ricaduta dei fumi provenienti dagli stabilimenti industriali saranno sottoposte ad accertamenti volti ad individuare eventuali situazioni di inquinamento.

5. La perimetrazione potrà essere modificata con decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio nel caso in cui dovessero emergere altre aree con una possibile situazione di inquinamento, tale da rendere necessari ulteriori accertamenti analitici e/o interventi di bonifica.

Art. 2.

1. Il presente decreto, con l'allegato, dopo la registrazione della Corte dei conti, sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 11 agosto 2006 Il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio Pecoraro Scanio Registrato alla Corte dei conti il 28 settembre 2006 Ufficio controllo atti Ministeri delle infrastrutture ed assetto del territorio, registro n. 4, foglio n. 81 Allegato: Planimetria

 

Pagina 1/1

 



Normativa Italiana | Privacy, Disclaimer, © | Contact

2008-2011© Valid CSS! Valid HTML 4.01 Transitional