Normativa Leggi Decreti del presidente della repubblica, del Ministro ... - Delibere, Regolamenti, Ordinanze, Circolari

Normativa Nazionale   Normativa  Leggi









D.Lvo 21/09/2005 n. 238

1. li presente allegato riguarda le sostanze pericolose che si trovano in tutti gli stabilimenti ai sensi dell'articolo 3 del presente decreto e dà attuazione ai suoi articoli.

2. Le miscele e i preparati sono assimilati alle sostanze pure, purché rientrino nei limiti diconcentrazione stabiliti in base alle loro proprietà nel recepimento delle pertinenti direttive o degli ultimi adeguamenti al progresso tecnico di cui alla parte 2, nota 1, a meno che non siano specificati la composizione in percentuale o non sia fornita un'altra descrizione.

3. Le quantità limite indicate in appresso si intendono per ciascuno stabilimento.

4. Le quantità da prendere in considerazione ai fini dell'applicazione degli articoli sono le quantità massime che sono o possono essere presenti in qualsiasi momento. Ai fini del calcolo della quantità totale presente non vengono prese in considerazione le sostanze pericolose presenti in uno stabilimento unicamente in quantità uguale o inferiore al 2% della quantità limite corrispondente se il luogo in cui si trovano all'intemo dello stabilimento non può innescare un incidente rilevante in nessuna altra parte dei sito.

5. Se del caso, si applicano le regole indicate nella parte 2, nota 4, che disciplinano la somma di sostanze pericolose o di categorie di sostanze pericolose.

6. Ai fini del presente decreto, un gas è qualsiasi sostanza avente una tensione di vapore assoluta pari o superiore a 101,3 kPa alla temperatura di 20 "C.

7. Ai fini del presente decreto, un liquido è qualsiasi sostanza che non si definisce come gas e non si presenta allo stato solido alla temperatura dì 20 "C e alla pressione normale di 101,3 kPa. PARTE I Sostanze specificate Se una sostanza, o una categoria di sostanze, elencata nella parte 1 rientra anche in una categoria della parte 2, le quantità limite da prendere in considerazione sono quelle indicate nella parte 1 . Colonna 1 Colonna 2 Colonna 3 Sostanze pericolose Quantità limite (tonnellate) ai fini deli'applicazione degli articoli 6 e 7 dell'articolo8 Nitrato di ammonio (cfr. nota 1) 5000 10000 Nitrato di ammonio (cfr. nota 2) 1250 5000 Nitrato di ammonio (cfr. nota 3) 350 2500 Nitrato di ammonio (cfr. nota 4) 10 50 Nitrato di potassio (cfr. nota 5) 5000 10000 Nitrato di potassio (cfr. nota 6) 1250 5000 Anidride arsenica, acido (V) arsenico e/o suoi sali 1 2 Anidride arseniosa. acido (III) arsenico o suoi sali 0,1 0,1 Brorno 20 100 Cloro 10 25 Composti dei nichel in forma polverulenta inalabile (monossido di nichel, biossido di nichel, solfuro di nichel, bisolfuro di trinichel, triossido di nichel) 1 1 Etilenimina 10 20 Fluoro 10 20 Formaldeide (concentrazione = 90%) 5 50 Idrogeno 5 50 Acido cloridrico (gas liquefatto) 25 250 Alchili di piombo 5 50 Gas liquefatti estremamente infiammabili e gas naturale 50 200 Acetilene 5 50 Ossido di etilene 5 50 Ossido di propilene 5 50 Metanolo 500 5000 4,4-metilen-bis-(2-cloroanilina) e/o suoi sali in forma polverulenta 0,01 0,01 Isocianato di metile 0,15 0,15 Ossigeno 200 2000 Diisocianatodi toluene 10 100 Cloruro di carbonile (fosgene) 0,3 0,75 Triiduro di arsenico (afsina) 0,2 1 Triiduro dì fosforo (fosfina) 0,2 1 Dicloruro di zolfo 1 1 Triossido di zolfo 15 75 Poli-clorodibenzofurani e poli-clorodibenzodiossine (compresa la TCDD), espressicome TCDD equivalente 0,001 0,001 Le seguenti sostanze CANCEROGENE in concentrazioni superiori al 5% in peso: 4-amminobiienile do suoi sali, benzotricloruro, benzidina e10 suoi sali, ossido di bis (clorometile), ossido di cloronietile e di metile, 1,2-dibromoetano,solfato di dietile. solfato di dimetile, clomro di dirnetilcarbarnoile, 1.2dibromo- 3-cloropropano. 1,2-dimetilidrazina, dimetilnitrosammina, tnammide esametilfosforica, idrazina, 2-naftilammina e10 suoi sali, 1,3propansultone, 4-nitrodifenile 0,5 2 Prodotti petroliferi:

a) benzine e nafte,

b) cheroseni (compresi ijet fuei).

c) gasoli (compresi i gasoli per autotrazione. igasoli per riscaldamento e i distillati usati per produrre i gasoli) 2500 25000 NOTE

1. Nitrato di ammonio :(5000/10000): fertilizzanti in grado di antodecomporsi Include miscele di fertilizzanti o fertilizzanti composti a base di nitrato di ammonio (una miscela o un fertilizzante composto contiene nitrato d'ammonio combinato con fosfato e/o potassa) il cui tenore di azoto derivato dal nitrato di ammonio è: DLS 21/09/2005 n.238 – Controllo dei pericoli di incendi rilevanti per determinate sostanze pericolose. Fattori Tossici Equivalenti Internazionali (ITEF) per i congeneri di interesse (NATOICCMS) 2,3,7,8 1 2,3,7,8 0,1 1,2,3,7,8-PeDD 0,5 2,3,4,7,8-PeCDF 0,5 1,2,3,7,8-PeCDF 0,005 1,2,3,4,7,8-HxCDD 1,2,3,6,7,8-HxCDD 0,1 1,2,3,4,7,8-HxCDF 1,2,3,7,8,9-HxCDD 1,2,3,7,8,9-HxCDF 0,1 1,2,3,6,7,8-HxCDF 1,2,3,4,6,7,8-HpCDD 0,01 2,3,4,6,7,8-HxCDF 1,2,3,4,6,7,8-HpCDF 0,01 OCDD 0,001 1,2,3,4,7,8,9-HpCDF OCDF 0,001

-compreso tra il 15,75 % (1) e il 24,5 % (2) in peso e contiene non più dello 0,4 % del totale di sostanze combustibili/organiche oppure soddisfa i requisiti dell'allegato 11 della direttiva 80/876/CEE;

-uguale o inferiore al 15,75 % (3) in peso, e senza limitazioni di sostanze combustibili in grado di autodecomporsi conformemente al "trough test" delle Nazioni Unite (cfr. raccomandazioni delle Nazioni Unite sui trasporti di merci pericolose: manuale di test e criteri, Parte lll,sottosezione 38.2).

2. Nitrato di ammonio (1250/5000) :formula del ferfilizzante Include fertilizzanti semplici a base di nitrato di ammonio e miscele di fertilizzanti o fertilizzanti composti a base di nitrato di ammonio ilcui tenore di azoto derivato dal nitrato di ammonio è:

-superiore al 24,5 % in peso, ad eccezione dei miscugli di nitrato di ammonio con dolomite, calcare e10 carbonato di calcio di purezza pari almeno al 90 %;

-superiore al 15,75 % in peso per miscugli di nitrato di ammonio e di solfato di ammonio;

-superiore al 28 % (4) in peso per miscugli di nitrato di ammonio con dolomite, calcare e/o carbonato di calcio di purezza pari almeno al 90 %, e che soddisfino i requisiti dell'allegato Ildella direttiva 80/876/CEE.

3. Nitrato di ammonio (350/2500): tecnico Include:

a) nitrato di ammonio e preparati a base di nitrato di ammonio il cui tenore di azoto derivato dal nitrato di ammonio è:

-compreso tra il 24,5 % e il 28 5% in peso e che contengono una percentuale uguale o inferiore allo 0,4 % di sostanze combustibili;

-superiore al 28 % in peso e che contengono una percentuale uguale o inferiore allo 0,2 %;

b) soluzioni acquose di nitrato di ammonio la cui concentrazione di nitrato di ammonio è superiore a11'80 % in peso.

4. Nitrato di ammonio (10/50): materiale e fertilizzanti "off-specs" che non hanno superato la prova di defonabilità Include:

a) materiale di scarto del processo di produzione e nitrato di ammonio e pre parati a base di nitrato di ammonio, fertilizzanti semplici a base di nitrato di ammonio e miscele di fertilizzanti e fertilizzanti composti a base di nitrato di ammonio di cui alle note 2 e 3 dall'utente finale sono o sono stati restituiti ad un produttore, ad un deposito provvisorio o ad un impianto di ri lavorazione a fini di rilavorazione, riciclaggio o trattamento per un uso sicuro perché non soddisfano più le specifiche di cui alle note 2 e 3;

b) fertilizzanti di cui alla nota 1, primo trattino, e alla nota 2 che non soddisfano i requisiti dell'allegato Ildella direttiva 80/876/CEE.

5. Nitrato di potassio (5 000/10 000): concimi composti basafi su nifrafo di potassio costituiti da nitrato di potassio in forma prilled/granulare.

6. Nitrato di potassio (1 250/5 000): concimi composti basati su nitrato di potassio costituiti da nitrato di potassio in forma cristallina.

7. Poli-Cloro-dibenzofurani e poli-cloro-dibenzodiossine Le quantità di poli-cloro-dibenzofurani e poli-cloro-dibenzodiossine si calcolano con i seguenti fattori di ponderazione: (T=tetra, P=penta, Hx=hexa, HP= hepta, O=octa) (1) Il tenore di azoto del 15,75 % in peso derivato dal nitrato di ammonio corrisponde al 45 % di nitrato di ammonio. (2) 11 tenore di azoto del 24.5 % in peso derivato dal nitrato di ammonio corrisponde al 70 % di nitrato di ammonio. DLS 21/09/2005 n.238 – Controllo dei pericoli di incendi rilevanti per determinate sostanze pericolose. (3) 11 tenore di azoto del 15,75 % in peso derivato dal nitrato di ammonio corrisponde al 45 % di nitrato di ammonio. (4) 11 tenore di azoto del 28 % in peso derivato dal nitrato di ammonio corrisponde all’80% di nitrato di ammonio. PARTE 2 Categorie di sostanze e preparati non indicati in modo specifico nella parte 1 Colonna 1 Colonna 2 Colonna 3 Sostanzepericolose classificate come Quantità limite (tonellate) della sostanza pericolosa ai sensi dell'articolo3, paragrafo 5 ai fini dell'applicazione degli articoli 6 e 7 dell'articolo8

1. MOLTO TOSSICHE 5 20

2. TOSSICHE 50 200

3. COMBURENTI 50 200

4. ESPLOSIVE (cfr. nota 2) sostanze. preparati o-articoliassegnati alla UN/ADR 1.4 50 200

5. ESPLOSIVE (cfr. nota 2) sostanze, preparati o articoli assegnati alle divisioni: UN/ADR 1.1, 1.2, 1.3, 1.5, o 1.6, ovvero classifirati con frasi di rischio R2 o R3 10 50

6. INFIAMMABILI [sostanze opreparati che rientranonella definizionedi cui alla nota 3 a)] 5000 50000 7a. FACILMENTE INFIAMMABILI [sostanze opreparati che rientranonella definizione di cuialla nota 3 b) 1] 50 200 7b. Liquidi FACILMENTE INFIAMMABILI [sostanze o preparatiche rientranonella definizione di cui alla nota 3 b) 5000 50000

8. ESTREMAMENTE INFIAMMABILI [sostanze o preparatiche rientranonella definizione di cuialla nota 3 C)] 10 50

9. SOSTANZE PERICOLOSE PER L'AMBIEN- TE in combinazione con le seguenti frasi che descrivono il rischio:

i) R50: - "Molto tossico per gli organismi acquatici (compresa fras-50153) 100 200 ii) R5115.3: - "Tossico per gli organismi acquatici; può causare effetti negativi a lungo termine neliambiente acquatico" 200 500

10. ALTRE CATEGORIE che non rientrano in quelle precedenti, in combinazione con le seguenti frasi che descrivono il rischio:

i) R14 : reagisce violentemente a contatto con l'acqua (compreso R14/15) 100 500 ii) R29: libera gas tossici a contatto con I'acqua 50 200 NOTE

1. Le sostanze e i preparati sono classificati in base alla normativa di recepirnento delle seguenti diretiive e al loro attuale adeguamento al progresso tecnico: direttiva 671548lCEE dei Consiglio, dei 27 giugno 1967, concernente il ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative relative alla classificazione, all'imballaggioe all'etichettatura delle sostanze pericolose (1); direttiva 1999/45/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 31 maggio 1999, concernente il ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative degli Stati membri relative alla classificazione, all'imballaggio e all'etichettatura dei preparati pericolosi (2). Per quanto riguarda le sostanze o i preparati che non sono classificati come pericolosi ai sensi di una delle suddette direttive, ad esempio i rifiuti, ma che si trovano o possono trovarsi in uno stabilimento e che presentano o possono presentare, nelle condizioni esistenti in detto stabilimento, proprietà analoghe per quanto riguarda la possibilità di incidenti rilevanti, si seguono le procedure di classificazione provvisoria conformementeall'articolo che disciplina la materia nella corrispondente direttiva. Per quanto riguarda le sostanze e i preparati che, a causa delle loro proprietà, rientrano in più categorie, ai fini del presente decreto, si applicano le quantità limite più basse. Tuttavia, ai fhi dell'applicazicne della regola della somma di cui aila nota 4, la quantità limite usata è sempre quella corrispondente alla classificazione pertinente. Ai fini della direttiva 96/82/CE, modificata dalla direttiva 2003/105/CE, la Commissione compila e aggiorna un elenco di sostanze classificate nelle ca- DLS 21/09/2005 n.238 – Controllo dei pericoli di incendi rilevanti per determinate sostanze pericolose. tegorie sopra indicate mediante il ricorso ad una decisione armonizzata in conformità della direttiva 67/548/CEE.

 

Pagina 3/4 - pagine: [1] [2] [3] [4]

 



Normativa Italiana | Privacy, Disclaimer, © | Contact

2008-2011© Valid CSS! Valid HTML 4.01 Transitional