Normativa Leggi Decreti del presidente della repubblica, del Ministro ... - Delibere, Regolamenti, Ordinanze, Circolari

Normativa Nazionale   Normativa  Leggi









D. 17/11/2006 n. 147

COMITATO INTERMINISTERIALE PROGRAMMAZIONE ECONOMICA Deliberazione 17/11/2006 n. 147

Legge n. 443/2001 - Programma delle opere strategiche schemi idrici della regione Molise: irrigazione del Basso Molise con le acque dei fiumi Biferno e Fortore - Primo intervento (CUP D57H04000080001). Assegnazione definitiva di contributo.

IL COMITATO INTERMINISTERIALE PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

-Vista la legge 21 dicembre 2001 n. 443, c.d. («legge obiettivo»), e successive modifiche ed integrazioni, che, all'art. 1, ha stabilito che le infrastrutture pubbliche e private e gli insediamenti strategici e di preminente interesse nazionale, da realizzare per la modernizzazione e lo sviluppo del Paese, vengano individuati dal Governo attraverso un programma formulato secondo i criteri e le indicazioni procedurali contenuti nello stesso articolo, demandando a questo Comitato di approvare, in sede di prima applicazione della legge, il suddetto programma entro il 31 dicembre 2001;

-Vista la legge 1° agosto 2002 n. 166, che, all'art. 13, oltre a recare modifiche al menzionato art. 1 della legge n. 443/2001 autorizza limiti d'impegno quindicennali per la progettazione e la realizzazione delle opere incluse nel programma approvato da questo Comitato;

-Visto il decreto legislativo 20 agosto 2002 n. 190, e successive modifiche ed integrazioni, attuativo dell'art. 1 della menzionata legge n. 443/2001 e le cui disposizioni sono state trasfuse nel decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163;

- Visti, in particolare, l'art. 1 della citata legge n. 443/2001, come modificato dall'art. 13 della legge n. 166/2002, e l'art. 163 del menzionato decreto legislativo n. 163/2006, che attribuiscono la responsabilità dell'istruttoria e la funzione di supporto alle attività di questo Comitato al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, che può in proposito avvalersi di apposita «struttura tecnica di missione»;

-Visto l'art. 4 della legge 24 dicembre 2003 n. 350, e visti in particolare:

• i commi 134 e seguenti, ai sensi dei quali la richiesta di assegnazione di risorse a questo Comitato, per le infrastrutture strategiche che presentino un potenziale ritorno economico derivante dalla gestione e che non siano incluse nei piani finanziari delle concessionarie e nei relativi futuri atti aggiuntivi, deve essere corredata da un'analisi costi-benefici e da un piano economico-finanziario redatto secondo lo schema tipo approvato da questo Comitato;

• il comma 177, e successive modifiche ed integrazioni, che reca precisazioni in merito ai limiti di impegno iscritti nel bilancio dello Stato in relazione a specifiche disposizioni legislative;

- Visto l'art. 1, comma 78, della legge 23 dicembre 2005 n. 266, che ha autorizzato un contributo annuale di 200 milioni di euro per quindici anni a decorrere dall'anno 2007 per interventi infrastrutturali, prevedendo in particolare, alla lettera a), il finanziamento degli interventi di realizzazione delle opere strategiche di preminente interesse nazionale di cui alla legge n. 443/2001;

-Visto l'art. 39 del decreto-legge 30 dicembre 2005 n. 273, convertito dalla legge 23 febbraio 2006 n. 51, in base al quale le quote dei limiti d'impegno, autorizzati dall'art. 13, comma 1, della legge 1° agosto 2002 n. 166, decorrenti dagli anni 2003 e 2004, non impegnate al 31 dicembre 2005, costituiscono economie di bilancio e sono reiscritte nella competenza degli esercizi successivi a quelli terminali dei rispettivi limiti;

-Vista la delibera 21 dicembre 2001 n. 121 (Gazzetta Ufficiale n. 51/2002 supplemento ordinario), con la quale questo Comitato, ai sensi del più volte richiamato art. 1 della legge n. 443/2001, ha approvato il primo programma delle infrastrutture strategiche, che all'allegato 3 include, nell'ambito degli interventi per l'emergenza idrica nella regione Molise, «Irrigazione del Basso Molise con le acque dei fiumi Biferno e Fortore»;

-Vista la delibera 25 luglio 2003 n. 63 (Gazzetta Ufficiale n. 248/2003), con la quale questo Comitato ha formulato, tra l'altro, indicazioni di ordine procedurale riguardo alle attività di supporto che il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti è chiamato a svolgere ai fini della vigilanza sull'esecuzione degli interventi inclusi nel primo programma delle infrastrutture strategiche;

-Vista la delibera 27 maggio 2004 n. 11 (Gazzetta Ufficiale n. 230/2004), con la quale questo Comitato ha approvato lo schema tipo di piano economico- finanziario ai sensi del richiamato art. 4, comma 140, della legge n. 350/2003;

-Vista la delibera 29 settembre 2004 n. 21 (Gazzetta Ufficiale n. 275/2004), con la quale l'intervento «Irrigazione del Basso Molise con le acque dei fiumi Biferno e Fortore» è stato inserito tra gli interventi eleggibili a finanziamento a carico dei fondi per le aree sottoutilizzate (FAS) destinati all'accelerazione del programma delle infrastrutture strategiche;

-Vista la delibera 29 luglio 2005 n. 98 (Gazzetta Ufficiale n. 245/2005), con la quale questo Comitato ha previsto, al punto 2.4, l'esclusione dell'intervento suddetto dal finanziamento a carico del FAS nell'ipotesi che entro il 31 ottobre 2005 non fossero recepite nel progetto esecutivo le prescrizioni formulate dal Ministero delle politiche agricole e forestali;

-Vista la delibera 2 dicembre 2005 n. 153 (Gazzetta Ufficiale n. 164/2006) con la quale questo Comitato ha approvato, ai sensi dell'art. 16 del decreto legislativo n. 190/2002, con le prescrizioni proposte dall'allora Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, il progetto definitivo «Irrigazione del Basso Molise con le acque dei fiumi Biferno e Fortore», stabilendo in 77.470.000 euro il «limite di spesa»;

- Vista la delibera 29 marzo 2006 n. 75, con la quale questo Comitato ha proceduto alla ricognizione delle risorse disponibili, e visto in particolare il punto 1.3.3, in base al quale il citato intervento è stato escluso dal finanziamento a carico del FAS, ai sensi del disposto del punto 2.4 della predetta delibera n. 98/2005;

-Vista la delibera 29 marzo 2006 n. 99 (Gazzetta Ufficiale n. 159/2006), con la quale questo Comitato ha assegnato in via programmatica un finanziamento, in termini di volume di investimento, di 76.000.000 euro all'intervento «Irrigazione del Basso Molise con le acque dei fiumi Biferno e Fortore» a valere sulle risorse ordinarie destinate all'attuazione del programma delle infrastrutture strategiche e in considerazione delle ragioni di pubblico interesse correlate alla realizzazione di un intervento volto a migliorare le condizioni di irrigazione di un'area ad economia prevalentemente agricola ed ha disposto che, entro due mesi dalla pubblicazione della delibera stessa, venisse presentata la rimodulazione del progetto coerentemente con le disponibilità, comprensive della assegnazione programmatica in questione;

- Vista la relazione istruttoria trasmessa dal Ministero delle infrastrutture con nota 27 ottobre n. 15981 ed integrata con nota 6 novembre 2006 n. 16318;

-Udita la relazione del Ministro delle infrastrutture;

-Acquisita in seduta l'intesa del Ministro dell'economia e delle finanze;

- Prende atto delle risultanze dell'istruttoria svolta dal Ministero delle infrastrutture ed in particolare che:

• il quadro economico originario dell'intervento recava un importo complessivo di 77.470.000 euro così articolato: A. Lavori.... 55.427.807,03 B. Somme a disposizione

- espropri.... 2.776.806,86

- spese generali.... 5.820.461,40

- IVA.... 12.249.653,71

- imprevisti e varie.... 665.271,00

- altre somme a disposizione 530.000,00 Totale B . . . 22.042.192,97 Totale generale . . . 77.470.000,00

• l'apposita struttura tecnico-amministrativa istituita ai sensi del punto 2.2 della delibera n. 153/2005 ha rilevato come a seguito dell'attuazione delle prescrizioni formulate dal Ministero delle politiche agricole e forestali e riportate, su proposta del Ministero istruttore, in allegato alla delibera medesima il costo dei lavori si sia ridotto da 55.427807,03 a 51.894.600,93 euro e come si siano conseguentemente ridotte le voci delle «somme a disposizione» calcolate in percentuale sull'importo dei lavori;

• detta differenza, quantificata in complessivi 4.663.832,09 euro, è stata imputata alla voce «imprevisti e varie» sì che il totale del quadro economico rielaborato dalla citata struttura è rimasto invariato;

• il Ministero delle infrastrutture, nella relazione istruttoria, ha proposto di assegnare definitivamente all'opera il contributo nella misura di 76.000.000 euro indicata nella delibera n. 99/2006;

• con la nota 6 novembre 2006 n. 16318, il menzionato Ministero ha proposto di ricondurre la voce «imprevisti e varie» alla percentuale del 5,5% sull'importo dei lavori, ritenendola più consona alla tipologia ed all'entità dei lavori stessi, e di assegnare all'intervento un contributo in termini di volume di investimenti limitato a 75.000.000 euro, pari al costo dell'intervento come rideterminato a seguito della riduzione della suddetta voce;

• in accoglimento della proposta del Ministero delle infrastrutture, il quadro economico dell'intervento resta così definito: A. Lavori.... 51.894.600,93 B. Somme a disposizione

- espropri.... 2.776.806,86

- spese generali.... 5.467.140,78

- IVA.... 11.472.348,34

- imprevisti e varie.... 2.859.103,09

- altre somme a disposizione 530.000,00 Totale B . . . 23.105.399,07 Totale generale . . . 75.000.000,00

• la scheda di sintesi del piano economico-finanziario, depositata nel corso della seduta del 29 marzo 2006, non evidenzia per l'infrastruttura in argomento un «potenziale ritorno economico» derivante dalla gestione, a causa della scarsa significatività dei ricavi;

Delibera:

1. Rideterminazione «limite di spesa». Il limite di spesa dell'intervento «Irrigazione del Basso Molise con le acque dei fiumi Biferno e Fortore - Primo intervento», fissato in 77.470.000 euro al punto 1.2 della delibera n. 153/2005, è rideterminato in 75.000.000 euro.

2. Assegnazione definitiva contributo.

2.1. Il finanziamento, in termini di volume di investimento, per la realizzazione dell'intervento di cui al punto 1 viene rideterminato in 75.000.000 euro e viene assegnato al Consorzio Bonifica Integrale Larinese.

2.2. L'onere relativo, quantificato sulla base del saggio di interesse praticato dalla Cassa depositi e prestiti alla data odierna, è imputato per 29.003.000 euro a valere sul limite d'impegno quindicennale decorrente dall'anno 2003, autorizzato dall'art. 13, comma 1, della legge n. 166/2002: la quota annua non potrà comunque superare l'importo di 2.619.000 euro. Il residuo, pari a 45.997.000 euro, viene imputato sul contributo quindicennale, autorizzato dall'art. 1, comma 78, lettera a) della legge n. 266/2005, con decorrenza 2007: la quota annua non potrà comunque superare l'importo di 4.153.000 euro.

3. Clausola finale. La citata struttura tecnico amministrativa di cui al punto 2.2 della delibera n. 153/2005 provvederà a verificare che il progetto esecutivo sia sviluppato in linea con il progetto definitivo, come rielaborato a seguito dell'attuazione delle prescrizioni del Ministero delle politiche agricole e forestali, e che recepisca le altre prescrizioni formulate con detta delibera.

Roma, 17 novembre 2006 Il Presidente delegato Padoa Schioppa Il segretario del CIPE Gobbo Registrato alla Corte dei conti il 22 dicembre 2006 Ufficio di controllo Ministeri economico-finanziari, registro n. 7 Economia e finanze, foglio n. 11

 

Pagina 1/1

 



Normativa Italiana | Privacy, Disclaimer, © | Contact

2008-2011© Valid CSS! Valid HTML 4.01 Transitional